Home CoquinaLe mie Brigate Welcome at Meet Point

Welcome at Meet Point

by Psydis
Meet Point

Annuntio vobis gaudium magnum … ho firmato oggi pomeriggio il mio primo contratto di lavoro come aiuto cuoco!

Da venerdì mattina inizia ufficilamente la mia avventura nella cucina del Meet Point (sito in costruzione), ristorante in zona RAI e Fiera Milano City, con zona lounge bar elegante e giovanile. Il locale e’ dotato di tre sale distinte, ideali per poter ospitare contemporaneamente diverse occasioni: feste private, pranzi o cene aziendali e compleanni. Apre al pubblico domani 9 Luglio, quindi praticamente parto insieme lui, altro non fosse che per motivi burocratici ed assicurativi non posso entrare in cucina prima di venerdì.

Executive Chef del ristorante: Glauber Cyriaco. Nato in Brasile, è appassionato di cucina italiana, spagnola, e specialmente della cucina giapponese, di cui oggi è un ambasciatore mescolando le sue sperimentazioni con le ricette tradizionali. Durante il periodo in cui è stato capo chef nei ristoranti El Japones e OMM Hotel (entrambi di proprietà della Tragaluz Enterprise)  situati nella prestigiosa Barcellona, è diventato uno dei più importanti chef della città.

Pur essendo un contratto a tempo determinato di tre mesi, è ben strutturato sia per il compenso che per le giornate di lavoro. L’impegno sono otto ore per cinque giorni, dal martedì al sabato. Il giorno di riposo di domenica è provvidenziale per stare in famiglia e soprattutto offre, volendo, la possibilità di lavorare come extra anche il lunedì per arrotondare il salario.

Naturalmente oltre al contratto ottimo fulltime, non è da disdegnare l’ambiente d’alta classe, la possibilità di sperimentare e approfondire una cucina Fusion Nikkei squisita e delicata per tutti i gusti, ma soprattutto di lavorare con un importante professionista dietro a piatti e preparazioni con alimenti principali provenienti dal Sol Levante, nazione che come ben sapete adoro.

Il menù attuale si articola soprattutto su due versanti, una ridotta ma ricercata carta di main dishes che spaziano tra primi classici rivisitati fino a succulenti e curiosi secondi piatti di carne e pesce, affiancata da una sfiziosa e stuzzicante carta di vari sushi e sashimi fuori dall’ordinario e con ingredienti improbabili. Tocco di classe l’ampia cantina di vini pregiati e champagne. Inoltre l’idea dello chef di variare spesso il menù seguendo possibilmente la stagionalità è una cosa che mi intriga molto perchè significa che avrò tante possibilità di fusioni di cucine e sapori nuovi e alternativi da assaggiare. Ovviamente il menù è ancora top secret, ma prossimamente lo svelerò pian piano che realizzeremo le portate!

Domani si torna alla cucina classica con il mio mentore, lo chef Achille Miggione, per la penultima lezione del corso chef e poi venerdì ci si tuffa nella cucina fusion per due giorni intensi di insegnamento delle nuove ricette e salse da servire!

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment