Home CoquinaLe mie Brigate Al Redocc tra sfida e provocazione al territorio

Al Redocc tra sfida e provocazione al territorio

by Psydis
Al Redocc

Apre oggi Al Redocc, la nuova realtà ristorativa seriatese immersa nel fiammante Centro Sportivo completamente ristrutturato. Nasce dopo una lunga progettazione per offrire diversi servizi gastronomici ed interattivi con il pubblico, garantendo un luogo d’incontro aperto fino a tarda serata sin dall’ora di colazione.

Il servizio caffetteria parte già alle 8.00 con tazze fumanti e una variegata scelta di croissant, tra cui due di alta pasticceria direttamente da L’Ile Douce di Milano, neo premiata dal Gambero Rosso per il 2019.

Il pranzo si anima con le diverse offerte di menù veloce e completo, adatto ad un business lunch o ad una tranquilla pausa per i più fortunati. I cambi quotidiani dei piatti garantiscono un’ampia varietà ed originalità degli stessi, abbracciando tutte le tipologie di paste, carne e pesce preparate sempre con ingredienti freschissimi e di prima qualità.

La sera apre anche la sezione pizzeria. Rigorosamente con forno a legna ed impasti a lunga maturazione con farine di qualità e grani antichi, propone due linee che accontentano tutte entrambe le scuole di pensiero. Partendo infatti dalla leggerezza del nostro prodotto finale, è possibile percorrere la strada CX delle farciture classiche, o farsi sedurre dalle RX di tipo gourmet con abbinamenti insoliti ma di altissima esperienza gustativa.

Lo zoccolo duro però, è la carta gourmet serale del ristorante. Creata dallo chef Walter Romagnolo, in collaborazione anche con il noto Young Chef della S. Pellegrino Davide Papotti, è la vera sfida e provocazione al territorio con piatti di altissima gastronomia che per molti versi abbracciano le tradizioni bergamasche pur estremizzandole con salse o consistenze che da un lato stupiscono e dall’altro regalano esperienze sensoriali nuove. Si passa così tra un’Aria al Finocchio ed una Polenta Soffiata, tra una vera Cotoletta alla Milanese fritta nel Burro Chiarificato alla nuova frontiera del Sashi, considerato il Wagyu europeo. Chiudono in bellezza i dessert del maestro pasticcere del l’Ile Douce, Fabrizio Barbato, che ha creato appositamente per noi un dolce chiamato Amor Polenta che dovete assolutamente assaggiare: viene servito addirittura con una pennellata di fondo bruno!

Essere parte di questa realtà è esaltante, soprattutto essere il terzo componente della brigata serale insieme ai due chef e condividere, con lo chef Romagnolo i giorni più easy della settimana, con entrambe i weekend di prove, studio e servizio in cui imparare nuove nozioni, ricette di alta ristorazione e, a volte, sfiziosi giochetti molecolari tra Xantano, Maltodestrine e Acido Ascorbico!

 

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment