Home Digital World HTML 5 e CSS 3 … questi sconosciuti

HTML 5 e CSS 3 … questi sconosciuti

by Psydis
HTML 5 e CSS 3

Si conclude oggi il primo modulo importante di 40 ore su HTML 5 e CSS 3, con qualche accenno a Javascript. Docente del corso il simpaticissimo e pazientissimo prof. Catanese Davide.  E’ anche l’occasione per la prima valutazione con “l’esame” di fine corso sulla realizzazione di un piccolo sito web.

Personalmente ho scelto di complicarmi un pò la vita realizzando una sorta di portale degli studenti del corso, ovviamente senza alcuna pretesa, come se fosse una parte interna del portale Ifoa originale. La prima pagina dello stesso, con un piccolo riassunto del progetto, è nella copertina. La sfida con me stesso era riuscire a trasporre il codice spezzettandolo in include di PHP appoggiandolo su Apache. Per fortuna tutto è andato a meraviglia e oltre ad avere un sito semidinamico sono riuscito a renderlo scalabile per i dispositivi portatili e integrare la convenzione BEM con blocchi flottanti per avere un risultato apprezzabile nonostante le poche ore a disposizione.

A livello HTML 5 e CSS 3 è stato per il 75% ricominciare da capo a pensare a strutturare un sito internet da zero, ero fermo al 1.0 come HTML e CSS invece mai affrontato, così come avevo visto qualche accenno di Javascript con VB ma nulla di concreto.

Sicuramente le 40 ore non bastavano per una cosa esaustiva, ma sono molto soddisfatto di quante nuove informazioni sono riuscito a mettere insieme rispetto all’esponenziale crescita avuta da HTML e CSS per avere sito sempre più performanti e automatizzati. L’uso dei Google Fonts, dei CDN per avere sempre alcuni standard autoaggiornati, le Media Query fino alla validazione W3C del codice scritto … roba quasi fantascentifica rispetto al codice a mano scritto più di dieci anni fa prima dell’avvento di Joomla o WordPress per cui tutto è diventato trasparente per molti blogger o realizzatori di siti.

Prossimamente inizierà la fase DBMS, anche se lo zoccolo duro arriverà solo dopo Natale con Microsoft SQL Server, infine saremo investiti dalla OOP, il mio “amore” di sempre dai tempi del passaggio da C a C++ e i primi CORBA su Java.

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment