Home Digital World Telefoni Italiani … road to Project Work

Telefoni Italiani … road to Project Work

by Psydis
Telefoni Italiani

Telefoni Italiani nasce come brand di fantasia per il Project Work del nostro corso, una pseudo azienda di telefoni cellulari che commissiona un piccolo portale temporaneo, per lo svolgimento di un concorso a premi riservato ai possessori di smartphone maggiori di 14 anni.

Seppure l’inizio dei lavori è ormai iniziato da quasi quindici giorni, da oggi entra ufficialmente nel vivo. Abbiamo infatti terminato ieri la didattica vera e propria ed ora tutti gli incontri saranno volti a presentare la nostra web app al pubblico il 23 Luglio.

Alle 18:00 del 13 Luglio, Zoom ha archiviato l’ultima lezione online sulle Soft Skill chiudendo il cerchio sul Project Management grazie al brillante Giorgio Beltrami che ci ha spalancato un nuovo mondo nascosto. Le sedici ore con lui sono state una doccia fredda ponderando quanto spesso nelle aziende viene sottovalutato questo aspetto formativo, e soprattutto il modus operandi, che ammortizza notevolmente i fallimenti o le possibili ripercussioni in caso di gestione errata del tempo e delle risorse. Sotto molti aspetti non è niente di nuovo, ma toccare con mano l’organizzazione di ogni più piccolo dettaglio in maniera maniacale, ti da la percezione di avere completamente tutto sotto controllo solo aprendo un paio di file ben strutturati che, in ogni singolo momento, mettono a nudo pregi e difetti dell’avanzamento lavori e tutte le azioni correttive che andrebbero apportate per domare i rischi.

Da oggi la palla passa ad Alessandro Botta, nostro docente di Java investito del difficile compito di Project Manager,a cui toccherà il compito di guidare lo sprint finale dello sviluppo nei prossimi 10 giorni.

Personalmente, anche perchè non ho grandissime doti creative, ho scelto lo zoccolo duro del progetto prendendo in mano la parte Back End del portale, ovvero le gestione e validazioni degli iscritti al concorso. Tra una prova e l’altra l’ho riscritto in qualsiasi forma, da HTML con JQuery, alle Web Forms, fino ad un piccolo approccio Razor Pages e persino PHP. Questo mi ha portato a diventare nello studio a casa un Full Stack involontario, costringendomi a prendere in mano concetti come Javascript o AJAX per potermi mandare nel server-side le informazioni da processare. Dovendo controllare anche i dati inseriti a database, ho spostato l’attenzione anche nel Back Office sviluppando la parte totalmente server dedicata ai manager, al controllo profilazione e giuria, toccando concetti nuovi quali GridView in form web e lo SHA256 per criptare le password.

E’ stata anche l’occasione per creare una zona con tutti gli attestati e certificazioni ricevute finora, così da unire anche tutti i piccoli traguardi conseguiti sotto Udemy con corsi volti alla programmazione e sviluppo in generale.

In realtà manca un ultimo ma importante passaggio, l’incontro con la nostra carismatica tutor Eleonora Mazzetto; probabilmente il più importante della prima parte del 2020 visto che sarà il perno fondamentale per il nuovo Curriculum Vitae personalizzato, piuttosto che il vecchio Europass, ma anche orientativo per dei colloqui mirati con le aziende in cui fare stage prossimamente.

Ed ora si torna ai Telefoni Italiani che la consegna si avvicina!!!

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment