Home CoquinaGastro Tour Alla ricerca del leggendario Apfelstrudel

Alla ricerca del leggendario Apfelstrudel

by Psydis
Leggendario Apfelstrudel

Rientro alla ricerca del gusto dopo due giorni di pausa lombarda.

Sapori strani ed inconsueti sulle fragranti note del farro con un Bauernbrot aromatico e un pane alla mela e nocciola acquistati ieri mattina in un mercatino nei pressi della stazione FS di Bolzano in attesa dell’autobus. Presa anche una fetta di Torta di Grano Saraceno da portare a valutare allo chef, in quanto anche questa risultava essere una variazione con l’aggiunta del farro nell’impasto. Veloce passaggio per curiosità davanti al lussuoso Parkhotel Laurin, hotel di cui mi ha molto parlato lo chef in quanto ci ha lavorato tempo fa.

Oggi, sfruttando il tempo libero regalatoci dalla chiusura a pranzo del Plan 45, siamo andati alla ricerca del leggendario Apfelstrudel più buono della valle girando i passi della Val Gardena. Unendo utile e dilettevole durante il viaggio ho anche scattato qualche foto al paesaggio, compresi il fastoso Resort Passo Sella e il raffinato Chalet Gerard. Ed era proprio quest’ultima l’ambita meta per l’assaggio del famoso strudel di mele. La scelta è ricaduta sull’accompagnamento dello stesso con una crema inglese alla vaniglia, come da foto di copertina. Seppure la crema calda di per se è stata molto deludente, è fuori dubbio che il loro strudel sia davvero eccezionale. La pasta esce completamente dai canoni classici sia della ricetta originale che di quella di sfoglia, rimanendo molto scura e friabile. Ben bilanciata la dolcezza della farcia, priva di molte componenti e spezie classiche, che rimanda ad un gusto pulito ed invitante di mela.

Neanche a dirlo ora è partita la caccia all’insolita ricetta, così prevediamo nei prossimi giorni un’intensa sperimentazione di cotture, farcie e impasti per riuscire a carpirne i segreti e farne una replica aprezzabile o perchè no, crearne uno ancor più buono! Lo chef Santini ha già le idee chiare su come partire, domani saremo già all’opera con il primo tentativo.

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment