Home Digital WorldFormazione Addio alla Storica Postazione

Addio alla Storica Postazione

by Psydis
Storica Postazione
Si chiude un’altra porta …

Come poco più di un anno fa, le 18.00 scandiscono la chiusura della porta Oncode. Questa volta è per abbandonare definitivamente la mia postazione storica. Dopo il 25 Aprile l’avventura ripartirà dai nuovi e fiammanti uffici in fase di allestimento. Cassetti liberati, tazzina e alimenti di sostegno riportati a casa e attrezzatura da smart working ritirata.

L’uomo che entrava la gente …

Negli ultimi mesi, dopo il rientro da un lungo smart, è diventata la mia postazione storica il pezzo di tavolo condiviso in foto. Dopo l’esperienza con Kedos, era necessario un ritorno continuativo alle attività interne per ristabilire gli equilibri. Vista la frequenza, ormai quel video e quella tastiera sono divenuti i miei fidi amici quotidiani. Arrrivo tra le 7.30 e le 8.00, apertura uffici e tapparelle, ma prima di tutto collegamento ad essi ed al “pisca-pisca” del notebook aziendale. Nessun rito, neanche il caffè, poteva avere inizio senza aver prima collegato e dato fuoco alle polveri su Ubuntu. Poi l’attesa dell’arrivo dei colleghi con cui prendere la prima razione di caffeina mattutina.

Ormai era anche abitudine avere il cassetto personale nella scrivania, un misto tra crackers o brioches, più varie amenità tra usb, caricatori, sostegni cellulare, cavetti ed ovviamente il cellulare aziendale per Flutter!

Un anno fa …

Il primo Aprile del 2021, inauguravo da dipendente la postazione, dopo sei mesi da stagista. Nonostante tutto ne è passata tantissima di acqua sotto i ponti a livello lavorativo e formativo. Soprattutto l’avvicinamento costante e proficuo all’ambiente cloud, in particolare al mondo Microsoft Azure sia AAD che B2C. Ho avuto modi di esasperami con Java EE, creare PDF ed Excel da zero usando il JDK, fino ad imprecare contro il vecchio Internet Explorer, unico browser compatibile con molte applicazioni bancarie!

La svolta di Febbrario 2022, mi ha rilanciato nel mondo di Azure. Doveva essere ancora Java, ma il destino ha deciso che mi venisse chiesto di lavorare su Angular, visto che qualcosa ne sapevo in merito. Ma il diavolo fa le pentole senza coperchi, quindi a livello frontend si è aggiunta la necessita di Flutter su Android e IOS per chiudere il giro del back-office.

Ce la faranno i nostri eroi? Solo la mia nuova postazione può saperlo, quindi aspetto con trepidazione i prossimi 15 giorni di traslochi per scorprirla, insieme a tutte le nuove stanze ed opportunità che mi offrirà il nuovo ufficio!

 

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment