Home Digital WorldPCB & Kit ESP8266 Weather Station – WiFi Kit

ESP8266 Weather Station – WiFi Kit

by Psydis
ESP8266 Weather Station

Il kit ESP8266 Weather Station è l’unico sfizio, ovviamente low cost, che mi sono concesso per Natale. Pagato poco più di una decina di Euro, spedizioni comprese, è arrivato a tempo di record dalla Cina in barba a ritardi, feste e Covid. l’ESP8266, come alcune altre parti, le avevo già ma, visto il costo esiguo e il comodo contenitore in plastica, ho preferito acquistare direttamente il kit così da poterlo eventualmente montare su millefori in modo definitivo ed avere comunque due mini breadboard per qualche test al volo. Unico inconveniente, la necessità di contattare il venditore dopo la ricezione del pacco per avere il link dello zip contenente il software e il manuale per la configurazione classica. Naturalmente anche se non lo inviasse in internet ci sono diversi link da cui attingere, a patto di controllare che sia compatibile il kit onde evitare di non sfruttare tutti i sensori e attuatori disponibili.

L’ESP8266 Weather Station acquistato è, a livello kit, quello attualmente più completo, infatti dispone di:

  • ESP8266 – Modulo di ricetrasmissione WiFi 802.11b/g/n
  • DHT11 – Sensore di temperatura e umidità
  • BMP180 – Sensore di pressione atmosferica
  • BH1750FVI – Sensore di luce ambientale
  • SSD1306 – Mini Display OLED bicolore (blue/giallo)

Si aggiunge al kit il set di dupont per il cablaggio, le due breadboard ed ovviamente il cavo USB per collegare il modulo ESP al proprio PC.

Perchè ho acquistato questo prodotto? L’antefatto è che curiosamente una parte del funzionamento globale del kit si basa sul portale OpenWeather che è stato il mio primo test Web API all’inizio dello stage in Oncode. Ho sfruttato PHP per la prima GET Request via codice proprio per avere le informazioni metereologiche di alcuni paesi mondiali. E’ possibile inoltre sfruttare il portale ThingSpeak per lo storico delle rilevazioni e aggiungere divertimento all’utilizzo della stazione metereologica. L’altro motivo è idealmente lo sfizio man mano di creare qualcosa di più complesso e soddisfacente magari sfruttando Typescript, JavascriptSpring Boot tramite Firmata, per unire utile e dilettevole. E magari un domani interfacciarci invece un Raspberry!

E’ bene inoltre sottolineare che pur essendo un kit semplice, l’ESP8266 Weather Station non è proprio una cosa banalissima immune da possibili errori. Due sensori e il display necessitano infatti di saldature agli strip per poterli infilare nelle breadboard, l’ESP va flashato per montare il firmware e successivamente collegato nella maniera appropriata considerando i sensori a 3.3V e quelli a 5V. Pena per eventuali mosse false: uno o più componenti bruciati o inutilizzabili. La cosa è abbastanza improbabile, ma è bene usare la massima cautela nell’assemblaggio per non incorrere in correnti statiche, di scarica, saldature troppo grosse o “fredde”, piuttosto che bruciare la rom nel flash o i componenti collegandoli alla tensione errata.

Vi saprò dire più avanti qualcosa di più, intanto attendo gli ultimi due pacchetti ritardatari …

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment