Events

“Amorino”

(Set on Flickr: Amorino)

Memmi Birthday

Nuova occasione mondana per qualche foto VIP nasce grazie al compleanno di Francesco Memmi che festeggia all’Eleven Clubroom l’evento.

Festa in grande stile con piccole starlet e l’opportunità di conoscere l’affascinante e simpaticissima Francesca Brambilla e due ragazze pazze che si sono aggregate per qualche tempo ad una tentata paparazzata: Silvia Giannini e Flavia Presti.

 

13 Anniversary AS Management

Si torna alla mondanità ma il luogo comune è sempre l’Eleven Clubroom di Milano. Si festeggia questa volta il 13° Anniversario della Antonio Sepe Management e tra gli invitati compaiono anche artisti più o meno emergenti della famosa agenzia milanese.

Torta e champagne accompagnano i festeggiamenti tra foto e video ricordo e tra amarcord di personaggio del Grande Fratello 11, Uomini e Donne, Tamarreide ed altri artisti. Serata conclusa con omaggi dei nuovi gadgets della AS Management targati Tzento.

Serata ricca di foto e occasione speciale per testare sul campo per bene il mio nuovo flash. Il 580 EX II non ha tradito le promesse e grazie al suo utilizzo inclinato ho già notato l’enorme differenza dal fratello minore.

Grazie ad Antonio Sepe per l’invito e la cortesia e ovviamente al mio boss Luca Contini che mi ha mandato come inviato.

Joshua Fenu Eyewear Party

Prima occasione mondana per scattare per la Luca Contini Production è il party organizzato da Joshua Fenu durante la settimana della moda milanese. Tenutosi all’Eleven Clubroom di Milano, ha ospitato qualche personaggio famoso tra Grande Fratello, Modelli e lo stilista Fiorucci.

E’ stato il battesimo del fuoco anche per la prima documentazione della Movida Milanese di piccole e grosse starlets e contatto con una realtà VIP che spero diventi fonte di affinamento di una tecnica fotografica diversa sia dalla paparazzata che dal posato, ovvero una specie di reportistica degli event, nonchè un’altra forma si sostentamento finanziario.

Succede solo a Cospladya …

Cospladya è il tipico esempio dell’evento che, seppur non organizzato e gestito da nomi altisonanti o ubicato in una location supertecnologica, ha da insegnare molto a diversi enti e fiere nazionali. Coordinato da uno straordinario Sergio Nuzzo, è riuscito a radunare sponsor di un certo prestigio che molti si sognerebbero e legarli da una sinergia coesa e complementare, arrivando ad un risultato finale stupefacente. La scelta di affidare il delicato compito di supervisione a Sergio è stata ineccepibile; la professionalità con cui è riuscito a dosare autorità, ironia e sorrisi ha dato davvero i suoi frutti, limitando i problemi dell’evento e nel contempo lasciando lavorare lo staff in maniera proficua ma rilassata. Vivendo questa fiera in molteplici vesti, non posso che apprezzare la piena disponibilità collaborativa del Sig. Nuccio Luciano, splendido ospite della kermesse sempre preoccupato che tutti si divertissero e che le promesse non venissero disattese, fino ad essere promotore dell’arrivo domenicale in fiera dei tanto attesi arancini per lo staff. Senza ovviamente scordare il “servizio taxi” a cui sia lui che i suoi familiari non si sono mai sottratti. Un’altra punta di diamante è stato Michele Costagliola, la persona che più di tutti ha il merito di aver tenuto sempre alto il morale delle persone con il suo fare molto sensibile e garbato, dispensando sempre un sorriso nei momenti più caotici della tre giorni palermitana. Degno di stima anche il finto-flirt con la cosplayer che ha portato la canzone da Burlesque, un gesto secondo me molto maturo per una situazione molto particolare. Ovviamente non è solo merito loro la buona riuscita della manifestazione, ma di una cooperazione di tante persone in questi mesi, alcune come Aura Nuccio, Simone Lentini, Gianluca Falletta, … le conosco, altre non le conosco ma le ho viste all’opera in questi giorni con grande impegno e professionalità. Un riconoscimento particolare va però a Luca Panzieri e Maurizio Merluzzo, mattatori dei main event sul palco. Professionalità a parte, gli si deve riconoscere una grande bravura a reggere stress e stanchezza sia sabato che domenica per cinque ore senza far mai calare troppo l’attenzione e l’eccitazione del pubblico, nella loro veste di presentatori. A livello personale ci sono altre persone che voglio ringraziare perchè hanno reso molto interessante e fruttuosa la mia trasferta in terra siciliana. Senza nulla togliere a nessuno degli altri presenti, vorrei spendere un grazie per: Gabriele ValenzaMax Vertua, Daniela Selaine e tutti i cosplayer che si sono prestati a photo-shooting un pò impegnativi e sperimentali. Grazie ai primi tre ho assorbito nuove concezioni da sperimentare durante i tentativi di scatti più professionali, grazie ai “modelli” invece ho iniziato a sperimentare le nozioni per confrontare i lavori e capire se queste fanno per me e le preferenze dei cosplayer ritratti. Soprattutto il “Metodo Selaine” come l’ho chiamato io simpaticamente, che sembra spopolare seppur non è nelle mie “corde”. Infine non posso dimenticare i miei compagni di lavoro con cui ho condiviso gioie e dolori dalle 7:00 del mattino alle 03:00 tra foto, video, loghi, programmi, mangiate, bevute e tante risate: Matteo Cazzaniga e Matteo Arienti … e ovviamente Camilla Cosmelli che ha reso possibile il sogno di avere Len e Polo a Palermo, la nostra testimonial e la nostra mascotte nate dalla sapiente mano di Sonia Amaduzzi! E’ poi inutile dire che approvo il premio “Over the Top” a Francesco Sanseverino, cosplayer maturo e poliedrico che ha saputo incantare la giuria con un’armatura e degli accessori di prim’ordine, uniti ad un’interpretazione completa e magistrale. La mimica perfetta e la scelta “drammatica” della scena sono state la chiave di volta per assicurarsi un posto d’onore tra i TOP di Cospladya 2011. Il manichino radiocomandato, il sangue finto sul palco, la testa staccabile di Grifis e la foga ossessiva con cui ha recitato non potevano che essere ripagati con il premio più ambito. Da appassionato di World of Warcraft ho molto apprezzato tutti i characters presenti, da Vindicator (Leandro Lo Cascio) alle due Lady Vashj  (Samuela Cannata e Valentina Moccaldi), la Draenea (Irene Pollicita) … ma la salita sul palco di Illidan Stormrage (Giovanni Sammarco) mi ha suscitato una scarica di adrenalina paurosa con annessa esclamazione mentale “You are not prepared”! Eppure il mio cuore, e quello della redazione di CosmoPlay, ha veramente palpitato davanti alla coppia Laura Inzerillo-Fabrizio Mattaliano proveniente da Aion, alla quale abbiamo assegnato all’unanimità il nostro premio speciale. Un applauso va anche a Chiara Madonia, giovane cosplayer e soprattutto inteprete che avrei voluto vincitrice sabato sera al Cartoon Cover Talent. Mi ha colpito molto la sua verve e disinvoltura con cui ha solcato il palco musicale esibendosi in due cover ritmate. Inoltre aveva già la mia simpatia per il doppio cosplay di Yoko! Ma prima di chiudere è d’obbligo un abbraccio a due splendide cosplayer che, oltre a chi ho citato, hanno rallegrato il mio soggiorno: la pluripremiata Giulia Frontalini e la splendida e simpaticcissima Maria José Di Salvo … più una poderosa stretta di mano ad Alessio Mannino con cui ho avuto il piacere più volte di intrattenermi! L’ultimo pensiero va a Giorgio Vanni, artista e uomo eccezionale, che ha dimostrato che fama, professionalità e simpatia possono andare di pari passo. Si è comportato in maniera ineccepibile durante la gara canora di sabato sera, cercando di mettere ogni c0ncorrente a suo agio e ha dato una sferzata di interattività al concerto serale di domenica. E cosa non da poco, sempre puntuale e preciso nei suoi impegni. Dopo molte esperienze con artisti televisivi o musicali, mi piace pensare che ogni tanto tra una miriade di stronzi e menosi, ci sia qualcuno che nonostante abbia un nome altisonante è ancora capace di stare con i piedi per terra e stare in mezzo alla gente con allegria e naturalezza.

Una Pasqua medioevale

Capita che il passo tra un pranzo di Pasqua e un viaggio nel tempo sia così breve da non accorgersene. E’ quello che che succede quando sei nel periodo di Travagliato Cavalli e decidi di smaltire un pò di calorie proprio in questa importante fiera ippica, tipica della “Città del Cavallo”.

Finisci così nel villaggio medievale  curato dai “Sagittari e arcieri Treviade” che mostrano misture, giochi, scritture amanuensi o creazione di monete, archi e cotte di maglia in un piccolo e tipico borgo perso nel tempo, tutto in abiti e paramenti d’epoca.

Ma basta girarsi di 180° per tornare alla normalità, immersi da spettacoli e gare ippiche che partono dal folkloristico  Giona Show con esibizioni acrobatiche e stili di cavalcata, per abbracciare competizioni tranquille per cavalli perfetti quali quelle di Morfologia, ma che sfociano sul campo centrale con quelle impegnative per cavalli e fantini di Salto ad Ostacoli.

E’ stata questa l’occasione di sbizzarrissi con foto un pò fuori dal comune, da quelle più complesse dei cavalli in continuo e fulmineo movimento in cui riuscire a determinare al meglio il momento dello scatto nonostante la funzione continua, fino a quelle più ricercate per inquadrare le persone in costume o le improbabili attrezzature e prodotti tipici medioevali. Senza considerare quelle sulla Collinetta in cui, per non spaventare i cavalli, occoreva riuscire a scattare dalla distanza evitando con cura di inquadrare i fastidiosi tubi della staccionata. Ma nonostante tutto il mio 70-200mm non ha tradito le aspettative ne sulle foto in velocità ne in quelle più artistiche.

Prima di coricarmi, non mi resta che ricaricare le batterie e svuotare la CF, perchè domani mattina si riparte per uno shooting di diverso genere, ma non per questo meno pazzo e stimolante …

Buona Pasqua a tutti … anche se in ritardo!!

Send this to a friend