Stunning Girl

Il Glamour che non ti aspetti

Il Glamour che non ti aspetti spunta improvviso e suadente dopo quasi un anno lontano dai set fotografici con modelle. Arriva dopo mesi di inattività fotografica a favore della crescita professionale in cucina ed è targato come un anno fa Massimo Mussini.

Una giornata di intensa produzione fotografica (quasi 600 foto) con diverse sperimentazioni di composizione fotografica e luci naturali impreziosità dalla MUA Rosanna Petronzi che ha pazientemente truccato tutte e tre le modelle per ottimizzare al meglio la resa dei nostri scatti fotografici. Immancabile ovviamente l’anima della combriccola Giovanni Roatti insieme a Paola, con l’aggiunta del nuovo membro del team Paolo Negri. Avendo il flash fuori uso, ho dovuto sfruttare al meglio tutte le pontezialita della 5D Mark II abbinata al 70-200 f2.8, spingendo anche verso i 6400 ISO per gli scatti in interna con luce bassa che filtrava dalle aperture.

Luogo di scatti: il Parco Ticino intorno al Ponte delle Barche di Bereguardo, partendo da due case abbandonate per chiudere in bellezza con la luce delle 18.00 sulle rive del fiume. Generi proposti dalle modelle: Soft Glamour e Gothic, risultato variegato di diversi outfit che spaziavano in un campo decisamente più ampio e variegato di sottogeneri.

Alessandra Papa (in copertina), la modella glamour per autonomasia che rappresenta bene i canoni dello stile: fascino irresistibile, bellezza seducente, eleganza. Asciutta e slanciata, con il giusto make-up è la garanzia per scatti di classe. Perfetta anche per dell’ottimo beauty con primi piani mozzafiato.

Clo Dine, la mora “tenebrosa” che ti permette di scattare fashion anche se indossa un outfit aggressivo! Oggi è stata la mia modella di punta per avere un piccolo stock di primi piani semi gothic su cui testare le lezioni di high-end retouch, grazie al make-up molto dark e alcune dominanti verdi ambientali date dalle foglie delle piante sovrastanti i finestroni. Ovviamente ho fatto anche scatti di figura intera, ma la mancanza del flash nel suo caso un pò ha penalizzato questo taglio delle foto a causa della dominante troppo visibile e molto fastidiosa nell’aria intorno alla modella.

Francesca Cionfi, la ragazza acqua e sapone della porta acccanto che più mi ha dato modo di sperimentare in questa sessione fotografica. Instancabile, disponibile e flessibile a diverse prove tra luci ed outfit, ha spaziato tra un lolita/doll ad uno street dark nella prima fase molto vivace, per poi attenuare i toni tra un glamour fine ad un beauty molto delicato.

Il Glamour che non ti aspetti mi lascia a bocca aperta, perchè non avrei mai immaginato di ritrovarmi con due glamour assolutamente contrapposti in colori ed impatto. Da un lato Alessandra arricchita da una luce contrastata, colori molto carichi e un fascino diretto ed immediato. Dall’altro Francesca avvolta dalla luce radente del tramonto molto soffice, colori morbidi e caldi a smorzare un fascino fine e trasognante.

Rientrare dopo mesi nel giro degli shooting è stato davvero rinvigorente, soprattutto perchè oggi ho potuto affinare alcune tecniche e close-up che spesso si perdono dietro alle compensazioni con luci e flash, ricordandomi che spesso la luce naturale è una fonte inesauribile di possibilità artistiche se si impara a gestirla correttamente. Spero sono che non passi nuovamente un anno prima di poter nuovamente rispolverare la fotocamera per un pò di sano modeling di buon livello.

Download Free WordPress Themes Themeforest and free plugins Codecanyon – addonswp.com.